Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Primaire en français”, al via la formazione metodologico-didattica per i docenti

Autore: . Pubblicato il 21 settembre 2015. Inserito in Attualità, School Live.

E’ stata inaugurata l’11 settembre la seconda fase del progetto «Primaire EN français», organizzato dall’Institut Français Italia, in collaborazione con l’Association Francophone de Palerme e l’Associazione Nazionale Insegnanti di Lingue Straniere e destinato agli alunni delle scuole primarie di Barcellona Pozzo di Gotto, che avranno la possibilità di conoscere una seconda lingua straniera, di ampliare le conoscenze linguistiche e di favorire l’intercultura e la socializzazione tra popoli diversi.  Dopo un primo corso di 28 ore, le maestre coinvolte nel progetto hanno potuto usufruire di una formazione metodologico-didattica, alla presenza dei Dirigenti delle scuole coinvolte, la prof.ssa Felica Olivieri dell’Ic Foscolo, la prof.ssa Domenica Pipitò dell’Ic Militi e la prof.ssaCarmela Pino dell’Ic Capuana, dell’ Attachée de coopération pour le français Sicile et Calabre – Madame Ileana Guzman. Questa fase prevede in tutto quarantacinque ore di formazione, che si terranno da settembre a gennaio 2016.

Nell’ambito dello stesso progetto, mercoledì 16 settembre nell’aula magna del I.I.S. Medi a Barcellona P.G. si è svolto un incontro con il professore associato dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Graziano Serragiotto, vice presidente dell’ANILS nazionale, tra i massimi esperti di CLIL, sul tema “Progettazione e valutazione di un modulo CLIL”. All’incontro sono intervenuti la Dirigente del Medi prof.ssa Domenica Pipitò, l’ Attachée de coopération pour le français Sicile et Calabre – Madame Ileana Guzman, l’Assessore alla Pubblica Istruzione di Barcellona PG dott.ssa Ilenia Torre, la presidente della sezione ANILS – Barcellona prof.ssa Tindara Martina De Pasquale.

Da gennaio 2016 negli Istituti Comprensivi Foscolo, Militi e Capuana si effettuerà un modulo CLIL in lingua francese (Content and Language Integrated Learning) ovvero si utilizzerà il francese come veicolo per l’apprendimento di una disciplina non linguistica (scienze, storia, arte…).