Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Giosuè Gitto: “Bocciati in maniera pretestuosa tre emendamenti a favore dello sport”

Autore: . Pubblicato il 21 aprile 2017. Inserito in Attualità, Politica.

“Una scarsa attenzione verso lo sport e i valori che esso veicola, soprattutto alle giovani generazioni, è stata manifestata dall’amministrazione comunale e dai consiglieri di maggioranza, come dimostrato dalla bocciatura degli emendamenti a favore di associazioni ed eventi sportivi proposti al bilancio da esponenti che siedono nelle fila dell’opposizione”. A farsi portavoce del coro di protesta è il consigliere comunale Giosuè Gitto, che sostiene come soprattutto la bocciatura degli emendamenti sia stata pretestuosa e motivata solo da un ostruzionismo politico messo in atto dalla maggioranza nei confronti della minoranza in consiglio comunale: “L’Amministrazione Comunale in carica – afferma Gitto – si è presentata in aula con soli tremila euro nel capitolo Promozione dello Sport e della legalità e, cosa ancor più grave, ha bocciato tre emendamenti presentati dalla minoranza, due a firma del Consigliere Giosuè Gitto e uno del Consigliere Carmelo Cutugno”.  Il primo degli emendamenti bocciati proponeva di finanziare con duemila euro l’evento “Extra Fitness Summer Village II edizione” che la scorsa estate ha riscosso un grande successo. Il secondo prevedeva di finanziare con diecimila euro  l’insegnamento dell’Educazione Fisica nella scuola primaria nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, con un’ora di attività settimanale per tutte le classi di ogni plesso scolastico. Infine, il terzo, a firma del consigliere Carmelo Cutugno, proponeva di stanziare ventimila euro per finanziare iniziative provenienti dalle associazioni sportive escluse dalla suddivisione di un fondo di sessantamila euro. “Le somme – precisa Gitto – erano state stanziate dall’amministrazione comunale nel precedente bilancio, ma, a causa dell’incapacità di creare una equa e meritevole ripartizione, furono e rimangono fonte di protesta”.

“Inoltre – conclude Gitto – si è preferito togliere dal bilancio ben centomila euro dalla realizzazione dell’impianto polifunzionale di Manno per destinarle a iniziative che nulla hanno a che vedere con lo sport. Eppure il completamento della copertura dell’impianto di Manno non era affatto impossibile, ma semplicemente non rappresenta una non priorità, come una non priorità rimane la promozione dello sport e della fitness per questa Amministrazione”.