Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Terme Vigliatore, decoro urbano: parla l’assessore Michele Isgrò

Autore: Pasqualino Materia. Pubblicato il 16 maggio 2017. Inserito in Attualità, Provincia, Terme Vigliatore.

Parlare di decoro è molto complesso, lo so, ma io voglio iniziare un percorso che ci porterà ad avere una mentalità nuovo ed un paese pulito e vivibile”. A parlare è l’assessore al decoro urbano Michele Isgrò che, con un comunicato stampa, ha deciso di dare un “ulteriore sferzata di rigore per consolidare la buona immagine di Terme Vigliatore, sia dal punto di vista della pulizia che del verde curato che da anni vede proprio il paese delle “terme e vivai” primeggiare non solo in provincia di Messina.

A giorni– si legge nel comunicato stampa- di concerto con l’assessore alla Polizia Municipale, Carmen Crisafulli ed al comandante del Nucle Polizia Urbana, Nino Prizzi, terremo un tavolo tecnico di indirizzo alla presenza di tutti i singoli vigili urbani del paese e del sindaco Bartolino Cipriano per studiare le strategie di repressione contro le cattive abitudini e il rispetto delle ordinanze di decoro urbane vigenti nel comune”. In tutto questo sono compresi anche i cimiteri comunali di Terme e Vigliatore dove, da giorni, accanto ai cartelli delle indicazioni degli orari di apertura e chiusura, sono stati affissi altri cartelli che richiamano alle buone norme da tenere dentro i due cimiteri primo dei quali è il chiedere di non lasciare oggetti estranei all’architettura della lapide come, ad esempio, vasi di piante e fiori secchi, che ostacolano la pulizia e che saranno rimossi e gettati dal personale senza alcun preavviso così come, peraltro, previsto da un’ordinanza del 2010. Isgrò però chiarisce altre iniziative. “La mia sollecitazione è rivolta più che altro al rispetto di norme comportamentali e alla rimozione di parecchie criticità. E’ mia intenzione porre fine al volantinaggio selvaggio, alle scritte vandaliche sui muri e al cimitero, automezzi abbandonati, sacchetti di immondizia gettati per strada, deiezioni animali non raccolte dai proprietari degli animali per finire all’abbigliamento che deve essere adeguato e non provocatorio che si riscontra negli uffici pubblici”.

Il ruolo che Michele Isgrò ha nell’associazione “Comuni fioriti” che lo porta a visitare tantissimi paese di tutta l’Italia, lo spinge a chiedere ai cittadini e non solo, uno sforzo a rendere il paese sempre più pulito, più verde, più abitabile e per questo, in vista della stagione estiva, viene chiesto alla gente di riempire le fioriere che sono per strada vuote in modo che, le strade stesse, diventino un bel biglietto da visita per il paese.