Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Castroreale, Claudia Bucca scrive una lettera aperta ai suoi concittadini

Autore: . Pubblicato il 19 maggio 2017. Inserito in Attualità, Politica.

Claudia Bucca, uno della possibili candidate alla carica di sindaco di Castroreale, a poche ore dalla presentazione delle liste, ha scelto di fare un passo indietro, dopo che, secondo quanto lei stessa riferisce in una lettera aperta, è saltato l’accordo con alcuni dei gruppi che avrebbero dovuto sostenere la sua proposta elettorale.

“Dopo un’iniziale perplessità – scrive la Bucca – dovuta alla mia mancanza di esperienza in campo amministrativo, ho accettato la proposta di candidarmi alla carica di sindaco, convinta che ognuno di noi non debba solo lamentarsi per il declino del nostro Comune, ma debba rimboccarsi le maniche e fare la propria parte. Ho subito, con grande umiltà, cercato l’aiuto di persone che hanno avuto ruoli importanti dal punto di vista amministrativo (ex sindaci, assessori, consiglieri comunali) e di tante persone della società civile, che avrebbero voluto dare un contributo alla rinascita del nostro paese e che ogni giorno che passava diventavano sempre di più. Pensavo che i signori che hanno governato questo paese per quasi 50 anni, con vari ruoli, senza creare alcun ricambio generazionale, incoraggiassero noi giovani in questo percorso pieno di difficoltà, ma affascinante. Purtroppo non è stato cosi!!!”

“Si è cercato fino alla fine – afferma la Bucca – di trovare accordi, di limare spigoli, di riappacificare persone, ma, proprio alla fine dei giochi, in dirittura di arrivo, con accordi già presi all’unanimità il giorno prima, accade che alle 18 del 16 Maggio (a poche ore dalla scadenza di presentazione della lista) alcune persone hanno riproposto i vecchi schemi della politica con l’imposizione dei nomi  di tutti gli assessori e con la minaccia di ritirare i candidati del proprio gruppo. Ho consultato il mio gruppo e abbiamo proposto altre soluzioni, ma ci siamo trovati davanti un muro invalicabile!!! Solo a questo punto, abbiamo deciso di abbandonare la riunione perché erano venuti a mancare i presupposti per un accordo. Capisco che i meccanismi della politica sono complessi e richiedono tempi lunghi, ma non ho mai sopportato l’arroganza e la volontà di prevaricazione, da parte di chicchessia. Ci sono dei paletti, per quanto mi riguarda, che non si possono oltrepassare in quanto la dignità di una persona conta di più di una candidatura a sindaco, di cui indubbiamente sono stata onorata. Non ci fermeremo, andremo avanti con tutti coloro, giovani e meno giovani, che si vorranno impegnare in questo progetto di cambiamento per la rinascita di Castroreale!!!!”