Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Flash Mob in Piazza delle Ancore: sabato 17 giugno, “Fu Hospital #noinoncistiamo”

Autore: redazione. Pubblicato il 15 giugno 2017. Inserito in Accade in città, Associazioni in città, Attualità, Provincia, Terme Vigliatore.

Sabato 17 giugno alle ore 17:00 in Piazza delle Ancore a Calderà si svolgerà un flash mob di protesta contro il piano sanitario regionale che porterà al lento smembramento del Presidio Ospedaliero di Barcellona Pozzo di Gotto.

Questo evento nasce dall’idea di diversi operatori sanitari del presidio ospedaliero “Cutroni Zodda” , da numerosi cittadini e da alcune associazioni locali che, venuti a conoscenza del nuovo piano regionale sanitario siciliano da poco approvato che porterà alla soppressione del Pronto Soccorso e di diversi reparti dell’Ospedale di Barcellona P.G., non accettano la ridicola riforma che porterà solo ed esclusivamente disagi ai danni della salute dei cittadini dell’hinterland barcellonese.

Giorno 20 giugno la pediatria verrà trasferita nel presidio ospedaliero di Milazzo ed a breve dall’ospedale di Barcellona scompariranno anche il Pronto Soccorso, la Chirurgia , la Neurologia e l’Urologia. #NOINONCISTIAMO è il grido, divenuto slogan del flash mob che vuole essere una dura presa di posizione contro tutti coloro che hanno redatto il nuovo piano sanitario, “fermo restando  – si legge nella nota di divulgazione – anche le colpe delle precedenti classi politiche che, pur potendo potenziare il presidio ospedaliero di Barcellona P.G., non lo hanno mai fatto per mantenere il loro status di benefattori della comunità!”

“A TUTTO QUESTO NOI DICIAMO NO!  – si legge – L’OSPEDALE DI BARCELLONA P.G. DEVE ESSERE POTENZIATO ! NON DECLASSATO! I VARI POLITICI DI TURNO che hanno portato a tutto ciò dovranno vergongarsi di cercare voti alle prossime elezioni regionali che si terranno entro fine anno. TUTTI POSSONO E DEVONO PARTECIPARE!”

Per la buona riuscita dell’evento è gradita la massima collaborazione possibile da parte di tutti i cittadini e delle diverse associazioni presenti sul territorio che hanno a cuore la salute di tutto il comprensorio. Si cerca altresì la collaborazione di tutti i comuni appartenenti al nostro distretto sanitario e quindi dei sindaci e dei cittadini dei vari comuni interessati alle conseguenze di questo disastroso piano sanitario.

“Il nostro evento – continua Giuseppe Orlando del Comitato #noinoncistiamo – non è assolutamente una manifestazione politica, ma una manifestazione contro ciò che di negativo ha fatto la nostra politica regionale verso l’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto , tutti saranno i benvenuti all’evento purchè si presentino come cittadini e non come rappresentanti politici. Chiediamo di presentarsi all’evento con una maglietta nera a segno del lutto che sta colpendo la nostra comunità ed in segno delle probabili morti che potranno accadere non avendo più a Barcellona un presidio dotato di Pronto Soccorso e dei reparti di emergenza,  una copia del certificato elettorale che verranno raccolti ed inviati al prefetto di Messina in segno di protesta. L’ospedale di Barcellona ha un bacino di utenza di quasi 90.000 persone ed è quindi fondamentale che più persone possibili siano presenti all’evento.”