Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ospedale di Barcellona, la denuncia della Uil Medici “Il Cutroni Zodda incapace persino ad essere un cronicario”

Autore: . Pubblicato il 11 ottobre 2017. Inserito in Attualità.

Con una nota firmata dal segretario provinciale Pippo Calapai, dal coordinatore provinciale Mario Macrì, dal responsabile aziendale Paolo Calabrò e dal responsabile comparto Pippo Puliafiato, la Uil Medici denuncia lo stato di abbandono in cui versa l’ospedale “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto. Per il sindacato dei medici il nosocomio barcellonese è incapace persino ad essere un cronicario.

La Uil Medici-si legge nella nota- denuncia lo stato di abbandono nel quale versa il “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto, ormai incapace ad essere persino un cronicario. Dopo essere stato privato dell’autonomia del Pronto Soccorso, con modi che sono al vaglio anche della magistratura penale, tutte le UU.OO. dell’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto-prosegue la nota della sigla sindacale-, ad eccezione della Neurologia (comunque prevista a Milazzo) sono prive di responsabili ma dipendono da quelli di Milazzo, ad eccezione del servizio di cardiologia, che scomparirà con l’attuazione della nuova rete ospedaliera. La tanto propagandata U.O.S. di riabilitazione, che certamente non darà dignità di ospedale al “Cutroni Zodda”, stenta a decollare nonostante i ripetuti e strumentali proclami. Non c’è che attendere l’esito delle lezioni regionali del 5 novembre-concludono i rappresentanti della Uil Medici– nella speranza che una nuova ventata spazzi via quanto di negativo si è finora dovuto subire mettendo nuovamente mano ad una rivisitazione della rete ospedaliera con nuovi interpreti ed esecutori”.