Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ordine dei Medici Veterinari, il barcellonese Nicola Barbera nuovo presidente

Autore: . Pubblicato il 7 dicembre 2017. Inserito in Associazioni in città, Attualità, Provincia.

Nel week end appena trascorso si sono celebrate le elezioni per il rinnovo dei vertici dell’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Messina. Il nuovo presidente dell’ordine è il barcellonese Nicola Barbera, la cui lista denominata “Veterinaria Unita” ha riscosso un ampio consenso, aggiudicandosi 7 seggi su 7 nel consiglio e l’intero Collegio dei Revisori dei Conti.

Vero e proprio record di affluenza alle urne, la più alta d’Italia, con il 65 % degli aventi diritto recatisi ad eleggere i loro rappresentanti: un bel segnale di partecipazione alla vita professionale e associativa da parte dei medici veterinari in un’epoca, al contrario, fisiologicamente segnata dal fenomeno dell’astensione nei processi elettorali. Record di preferenze per il dottor Santi La Macchia, il più votato della storia dell’Ordine di Messina, seguito dal capolista di “Veterinaria Unita”, dottor Nicola Barbera.

Detta della nuova presidenza Barbera, gli eletti al Consiglio dell’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Messina sono lo stesso Nicola Barbera, Santi La Macchia, Giuseppe Coppolino, Pippo Gacioppo, Annalisa Previti, Michela Pugliese e Marco Polino. Sono stati eletti al Collegio dei Revisori dei Conti Antonio Iraci Fuintino, Salvatore Pricipato, Giovanni Briguglio e Antonino Alizzi. I nuovi vertici dell’Ordine dei Medici Veterinari in Provincia di Messina vedono Nicola Barbera nuovo presidente, Marco Polino vice-presidente, Annalisa Previti nuova segretaria e Michela Pugliese nel ruolo di tesoriere.

Il neo-Presidente dell’Ordine, Nicola Barbera, eletto all’unanimità in Consiglio (e gia’ Presidente nazionale della Federazione Nazionale dei giovani veterinari, la “FNOVI Young”) è il più giovane Presidente dell’Ordine d’Italia. Lo stesso nuovo consiglio ha un’età media molto bassa, di 37 anni.  La lista di appartenenza di Barbera, “Veterinaria Unita”, era rappresentativa di tutti i settori della medicina veterinaria – liberi professionisti, università, dipendenti e specialisti ambulatoriali – e delle varie realtà geografiche della provincia, da Capizzi a Santa Teresa di Riva.

All’insegna della riconoscenza, dell’entusiasmo e della voglia di fare le prime dichiarazioni del Presidente Barbera: “Siamo orgogliosi della fiducia che così tanti colleghi hanno riposto in noi e li ringraziamo per questo, così come ringraziamo anche coloro che hanno espresso la loro preferenza per la lista avversaria, rendendo ancora più entusiasmante ed interessante il confronto sulle proposte, e il Consiglio uscente, per il lavoro svolto sinora. Ci impegneremo a fondo, senza riserve e con umiltà, per realizzare il nostro programma e farci carico delle istanze di tutti i colleghi, nessuno escluso”.

Barbera ha aggiunto: “Non guardo all’elezione alla Presidenza dell’Ordine come ad un punto di arrivo, bensì di partenza, e chiedo a tutti i consiglieri e i colleghi di sostenermi nella difesa e nella promozione di una professione che deve tornare ad essere unita per essere nuovamente protagonista e rispondere con forza alle sfide che abbiamo di fronte, al livello locale ed oltre ”.

Abbiamo iniziato, sin dalla prima riunione del Consiglio,-prosegue Barbera- a lavorare per raggiungere tre obiettivi: snellire la burocrazia, facilitare la vita professionale dei più giovani e tutelare la dignità professionale e le opportunità lavorative di tutti i colleghi. Occorre certamente lavorare anche sul fronte della comunicazione, in un’epoca nella quale la comunicazione conta moltissimo non va mai lasciata in secondo piano, e lo faremo, richiamando – chiaro e forte, in ogni sede – il ruolo di presidio a tutela della salute pubblica della medicina veterinaria. Il riconoscimento, anche economico, della nostra professionalità non è a un livello adeguato ed è ora di farlo presente, fermamente e sistematicamente, a tutte le istanze competenti. Per questo mi impegnerò, da subito, ed avvalendomi anche dell’esperienza e dei contatti acquisiti da Presidente nazionale dei giovani veterinari, in una vera e propria maratona di incontri con le Istituzioni, ad ogni livello, per sensibilizzarle sui temi d’interesse per la nostra professione, sollecitare la loro collaborazione e dar vita a possibili azioni comuni”.

IMG-20171207-WA0002