Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il gettone di presenza: le precisazioni di Calamuneri

Autore: . Pubblicato il 6 ottobre 2012. Inserito in Attualità, Politica.
Il gettone di presenza: le precisazioni di Calamuneri

“Fare una polemica su queste miserie è da provincialotti, si vogliono intimorire i consiglieri”: con queste parole il consigliere comunale Orazio Calamuneri, in una lettera appassionata, si rivolge a tutta la cittadinanza per spiegare meglio la questione del “gettone di presenza” sottolineando, a parer suo, l’eccessivo interesse e accanimento sull’argomento. Tale indennità, che viene assegnata a ciascun consigliere comunale per la partecipazione ai consigli comunali, è stata negli ultimi tempi gradualmente ridotta a causa dello sforamento del patto di stabilità.

“Invece di polemizzare sul gettone di presenza – scrive Calamuneri – bisogna mettere in evidenza i reali problemi della città. Il primo è quello della crisi economica che si concretizza nelle difficoltà quotidiane della gente che “non sa come pagare” affitti di casa, bollette, tasse. Questi sono,  in effetti, problemi che assillano soprattutto i ceti medio bassi, che rappresentano una buona fetta della popolazione. A questi si aggiungono la disoccupazione e la conseguente riduzione della domanda, che, a sua volta fa entrare in crisi le attività commerciali e produttive. L’alluvione dello scorso 22 novembre, naturalmente, ha peggiorato tale situazione”.

Eppure, come afferma il consigliere, non viene messo in luce l’operato, positivo o negativo che sia, dell’amministrazione su tali problemi, ma si mettono in evidenza questioni marginali, come quella del gettone di presenza. “Si precisa – afferma Calamuneri – che tale gettone di presenza di circa 18-20 euro si riceve solo se si è presenti. Se si è assenti, per qualsiasi motivo anche per malattia, non si ha diritto. Occorre precisare che il gettone di presenza è stabilito dalla legge Regionale e non dal Consiglio Comunale. Occorre pure precisare che questo gettone è uno dei più bassi della Sicilia e non viene corrisposto ai Consiglieri di Barcellona P.G. da circa un anno e nessuno si lamenta o fa storie. Nessuno! Occorre precisare ancora che se un consigliere vota qualcosa di sbagliato ed ha problemi di natura giudiziaria si deve difendere a spese proprie. E ce ne vogliono di gettoni di presenza. Occorre sottolineare, infine, che un consigliere comunale per mettere insieme quanto percepisce un deputato Regionale in un mese, deve fare anni di gettone di presenza. Fare una polemica su queste miserie è da provincialotti”.

Print Friendly

Condividi con