Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Terme Vigliatore, è corsa a tre per la poltrona di sindaco

Autore: Pasqualino Materia e Giuseppe Puliafito. Pubblicato il 14 maggio 2018. Inserito in Politica, Primo Piano, Provincia, Terme Vigliatore.

Saranno tre i candidati a sindaco alla Amministrative del prossimo 10 giugno a Terme Vigliatore. Con un colpo a sorpresa dell’ultimo minuto, quando ormai tutti pensavano che a giocarsi le carte per la disputa della poltrona più alta del comune “dei vivai e dei fiori” sarebbero stati il dottor Domenico Munafò e l’ingegnere Angelo Sottile, è arrivata la conferma della candidatura del farmacista Santino La Maestra, che insieme al gruppo Alternativa C’è, ha accettato la proposta programmatica avanzata dai gruppi che fanno riferimento a Giovanni Torre (Forza Italia), a Carmelino Costantino (PD) ed a Carmelo Scilipoti (ex A.N.). Dopo un iniziale tentennamento, Santino La Maestra ha sciolto la riserva, compattando di fatto i gruppo di minoranza che negli ultimi cinque anni hanno provato a contrastare in consiglio comunale l’amministrazione del sindaco uscente Bartolo Cipriano e non avevano trovato un piena condivisione per il progetto politico dell’ingegnere Angelo Sottile. Mercoledì alla 12 scadrà il termine per la presentazione delle liste e per i candidati è il momento di definire i nomi che concorreranno ad uno dei 12 posti in consiglio comunale. Se Domanico Munafò, espressione dell’amministrazione uscente, ha lavorato per tempo ad un rinnovamento della lista che lo sosterrà in campagna elettorale, per gli altri due candidati sono ore importanti per definire la squadra da presentare agli elettori.