Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Barcellona, all’I.I.S. “E. Ferrari” un interessante incontro sulle startup innovative

Autore: . Pubblicato il 15 maggio 2018. Inserito in Attualità, School Live.

Nei giorni scorsi, nell’aula magna dell’I.I.S. “E. Ferrari” di Barcellona Pozzo di Gotto, su richiesta della Dirigente, professoressa Cettina Ginebri, si è svolto un incontro promosso dai Lions di Barcellona Pozzo di Gotto in merito al mondo delle imprese, innovative e tradizionali, per discutere con i giovani studenti sulle nuove opportunità di lavoro autonomo.

L’incontro ha avuto come argomento centrale la creazione di un’impresa basata su idee e modelli di business innovativi di cui si sente parlare moltissimo negli ultimi anni, un fenomeno nato negli Stati Uniti attraverso il quale è stato coniato il termine proprio e intraducibile: start-up. Il dott. Amato, consulente di un’impresa innovativa, insieme al collega dott. Saporita, ha illustrato molti aspetti della gestione economica e societaria di un’impresa innovativa, partendo da agevolazioni e finanziamenti erogati dal Ministero dello Sviluppo Economico e da fondi privati, affermando, inoltre, che se un tempo i giovani imprenditori siciliani, infatti, erano più orientati verso incentivi a fondo perduto, adesso è necessario mettersi in gioco davvero, spendendo tutte le energie e l’inventiva necessarie a far decollare la propria idea di impresa. L’intervento degli esperti d’impresa ha sottolineato anche l’importanza di un buon progetto d’impresa, il cosiddetto “business plan”, pianificazione importantissima per definire tempi, obiettivi e sforzo richiesto dall’idea d’impresa.

La dott.ssa Tania Simonetta, la presidente dei LEO, ha poi sottolineato come i Leo, il gruppo giovanile parte dell’associazione Lions International, abbiano voluto incentivare, diffondere e ricordare a tutti i giovani e potenziali neo-imprenditori, l’idea di cavalcare l’onda del cambiamento in atto: “Il posto fisso non esiste più, siamo una generazione di precari”.

L’ing. Quattrocchi e il dott. Genovese, esperti professionisti nelle rispettive aree di Ingegneria e Agronomia, hanno raccontato le loro rispettive esperienze riguardo ai profili professionali che hanno ancora forte richiesta di mercato ma scarsissima offerta. Ad esempio, il ruolo di Innestatore, esperto artigiano in grado di far rivivere piante da frutto e trasformarle in nuove varietà, pare essere in via di estinzione ma fortemente richiesto dal mercato.

L’ing. Genovese, imprenditore e amministratore di una neofondata Startup informatica, Blue Networks s.r.l., ha offerto consigli basati sulla propria esperienza ed ha affermato che è impensabile pensare ad un progetto d’impresa senza la dovuta ricerca e sperimentazione sul campo. In un mondo estremamente liquido e incerto come quello delle startup infatti, i metodi di amministrazione tradizionali non sono efficaci, ma bisogna applicare un modello circolare di Ideazione – Validazione – Raccolta dei risultati. Basti pensare ad un mercato incredibilmente rapido e turbolento come quello delle cosiddette “App” per smartphone, dove la rapidissima obsolescenza del prodotto non consente altre strategie se non la sperimentazione delle fasi finali di sviluppo direttamente sul mercato. “Trovate ciò che vi fa brillare gli occhi e fatelo oggi stesso” sono le parole dell’imprenditore, il quale sollecita, inoltre, i ragazzi a tenere presente che il primo e più importante passo da fare, infatti, è coltivare le proprie passioni.

La partecipazione degli allievi presenti all’incontro è stata attiva, grazie sia all’argomento trattato, di attuale e notevole interesse, che ai coinvolgenti e diretti interventi degli interlocutori, che hanno esposto in modo chiaro, fruibile ed esaustivo temi di natura complessa. La Dirigente Cettina Ginebri, a conclusione dei lavori, ha manifestato la propria soddisfazione in merito alle modalità su come è stato condotto l’evento, ringraziando i professionisti intervenuti per l’impegno e la competenza mostrate.