Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Merì, la Corte d’Appello scarcera i fratelli Gino e Antonio Trovatello

Autore: . Pubblicato il 18 maggio 2018. Inserito in Cronaca, Primo Piano.

La sezione penale della Corte di Appello di Messina ha ridotto la condanna a carico di Antonio e Gino Trovatello, due fratelli residenti a Merì che insieme ai genitori erano stati arrestati nel giugno 2017 con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacienti nell’ambito dell’operazione “Movida”. La rideterminazione della pena ha di fatto dichiarato inefficace la misura cautelare applicatsa ai due ragazzi, difesi dagli avvocati Pinuccio Calabrò e Giuseppe Ciminata, e di conseguenza è stata disposta la liberazione immediata per entrambi.
In primo grado, il Giudice Monocratico di Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, alla conclusione dell’udienza con rito direttissimo, aveva assolto i genitori dei due ragazzi, e condannato rispettivamente Antonio Trovatello Antonio a 2 anni e mezzo di reclusione ed €uro 5.500,00 di multa e Gino Trovatello Gino ad 1 anno e 8 mesi con €uro 3.500,00 di multa. In secondo grado, la Corte d’Appello ha ridotto le due condanne, infligendo 1 anno e 1 mese ad Antonio Trovatello ed un anno a Gino Trovatello, con la scarcerazione dei due imputati.

Operazione Antidroga “Movida”, due condanne ed altrettante assoluzioni