Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Emergenza idrica e raccolta dei rifiuti, il consigliere Novelli “Non è possibile intervenire sempre con misure tampone”

Autore: . Pubblicato il 9 luglio 2018. Inserito in Attualità, Politica.

Una nota per chiedere all’amministrazione comunale di intervenire con urgenza per provare a risolvere l’emergenza idrica che sta caratterizzando in queste ore il rione Panteini e le frazioni collinari di Gala e San Paolo. Ad intervenire sulla questione il consigliere comunale del PD, Nino Novelli che si è soffermato anche su un’altra spinosa questione, quella della gestione e raccolta dei rifiuti nella città del Longano, con le criticità dovute anche ad un porta a porta che non funziona.

Vista la convocazione del COC e dichiarata l’emergenza idrica, – afferma Novelli- si chiede di intervenire con urgenza ed immettere in rete l’acqua proveniente a monte dal pozzo situato a cappa, potenziare la pompa di rilancio del pozzo due mulini (sostituirla con una più potente) che sia in grado di far arrivare l’acqua fino alle zone di Gala Santa Maria Maggiore ed intensificare i controlli nel percorso della condotta e verificare la possibile presenza di allacci abusivi usati nei periodi estivi per abbeverare i campi. Non è possibile – prosegue l’esponente del PD – che ormai da tre anni si aspetta l’emergenza per interventi e porre sole delle misure tampone per rinviare tutto alla prossima emergenza. Si chiede all’amministrazione di fornirsi di macchine che consentano a tutti i cittadini di poter usufruire del servizio di autobotte. In questi primi giorni di emergenza hanno potuto usufruire e riempire le cisterne solo gli utenti dei piani terra poiché le macchine a disposizione del comune non arrivano a soddisfare richieste dei primi piani perché sprovvisti di pompe più lunghe”. 

 

Novelli si sofferma poi sul porta a porta che non funziona “Sulla raccolta dei rifiuti, alla collaborazione dei cittadini va aggiunta la costante nota dolente del porta a porta che funziona a singhiozzo, e i vari sacchetti dell’indifferenza davanti le abitazioni rimangono fino a 18 ore anche 24 creando uno spettacolo indecoroso per la città. Si chiede ai cittadini di posizionare le buste ma la mattina seguente sono ancora lì, bottino per i randagi”.