Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Barcellona, il PSI critica l’amministrazione Materia per la gestione degli affidamenti diretti

Autore: . Pubblicato il 11 ottobre 2018. Inserito in Attualità, Politica.

Gli affidamenti diretti al centro della polemica politica a Barcellona Pozz di Gotto. Il Partito Socialista Italiano, con una nota del segretario provinciale Amedeo Gitto, contesta il modus operandi dell’amministrazione Materia: nello specifico il Partito Socialista Italiano non lesina critiche sull’incarico relativo alla progettazione dello studio di fattibilità per i lavori di efficientamento energetico di Palazzo Longano, affidato in maniera diretta ad una società dell’interland barcellonese. L’incarico è stato affidato con determina dirigenziale lo scorso 2 ottobre, sebbene già a fine settembre la giunta comunale guidata dal sindaco Materia avesse approvato lo studio di affidabilità per i lavori di efficientamento energetico. Di seguito la nota del PSI, che critica anche il Consiglio Comunale che dovrebbe vigilare sull’operato dell’amministrazione comunale: “L’amministrazione Materia continua ad affidare incarichi professionali diretti, senza indire manifestazioni di interesse e/o interpellare altri professionisti, negoziando a proprio piacimento e senza alcun criterio le competenze professionali, con probabile danno economico per le casse comunali. A tal proposito occorre ricordare i precedenti tre incarichi diretti affidati dall’Amministrazione Comunale, nella settimana di ferragosto, senza alcuna motivazione d’urgenza, con probabile danno economico per il comune e, come se tale condotta rientrasse nella normalità, ha affidato direttamente con determinazione del dirigente n.460 del 02/10/2018, l’incarico relativo alla progettazione dello studio di fattibilità per i lavori di efficientemento energetico del palazzo comunale alla Società di Ingegneria Illumina Consulting Srls di San Pier Niceto. Di quest’ultimo affidamento diretto di incarico non si comprendono le motivazioni per le quali, la Giunta Municipale, con deliberazione n.283 del 28/09/2018, avesse già approvato lo studio di fattibilità per i lavori di efficientamento energetico del palazzo comunale e dopo 4 giorni, inspiegabilmente, in data 02/10/2018, con determina n.460 ha affidato l’incarico per eseguire lo stesso lavoro già depositato agli atti del RUP e già approvato dalla Giunta. Sembra strano che il Consiglio Comunale di Palazzo Longano, maggioranza e opposizione, eletto dai cittadini non si adoperi a svolgere l’attività di controllo dell’operato dell’Amministrazione  Comunale. Probabilmente il Consiglio Comunale, sugli affidamenti diretti di incarichi non ritiene opportuno entrare nel merito demandando le competenze di controllo sull’operato dell’Amministrazione ad altri organi e/o Enti”.