Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Partito Repubblicano dopo il riequilibrio “Giunta e consiglio comunale si decurtino emolumenti”

Autore: . Pubblicato il 6 novembre 2018. Inserito in Attualità, Politica.

L’approvazione di ieri sera da parte del Consiglio Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto del piano di riequilibrio finanziario, con l’accesso al fondo di rotazione, alimenta il dibattito politico a Barcellona Pozzo di Gotto. La sezione barcellonese del Partito Repubblicano Italiano auspica un nuovo inizio per la comunità barcellonese e per l’ente di Palazzo Longano, chiamato a nuovi sacrifici ed a scelte oculate per non sprofondare ulteriormente dal punto di vista economico. Il Partito Repubblicano barcellonese ritiene sia il momento, in un’ottica di sacrifici e tagli alle spese, che la politica cittadina dia un segnale forte, decurtandosi emolumenti e gettoni di presenza: “Il Consiglio Comunale del 5 Novembre 2018 ha approvato il piano di riequilibrio del bilancio mediante l’accesso al fondo di rotazione. Una scelta estrema, dolorosa, impegnativa, speriamo utile a salvare Barcellona Pozzo di Gotto, tuttavia realista e necessaria. Ma questa misura non avrebbe senso se non rappresentasse un “nuovo inizio” per la macchina amministrativa che deve da oggi in poi votarsi a scelte di efficienza ed efficacia, recupero di fondi (senza uccidere la popolazione) e visioni oculate di sviluppo e crescita che in maniera “bipartisan” bilancino i prossimi venti anni di sacrifici ulteriori. Una bella azione, simbolica della volontà di “palingenesi”, potrebbe essere nell’immediato la mossa del Consiglio di decurtarsi abbondantemente gli emolumenti e i vari gettoni di presenza, che non rappresentano certo la voce principale di risparmio dell’Ente, ma danno alla cittadinanza l’idea che nel momento del bisogno si resta tutti uniti. Perché, ribadiamo, in questa situazione sono tutti coinvolti, prima i vecchi e poi i giovani”.