Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Finale 2018 dei “Comuni Fioriti”, saranno 20 i paesi siciliani presenti a Bologna

Autore: Pasqualino Materia. Pubblicato il 8 novembre 2018. Inserito in Attualità, Primo Piano, Provincia.

Saranno ben venti i paesi siciliani che hanno accettato la sfida nazionale tra i Comuni Fioriti d’Italia e stanno per raggiungere la città di Bologna dove nel prossimo fine settimana si terrà la premiazione dell’avvincente competizione, che ogni anno mette in gara amministrazioni comunali e cittadini che credono nel motto “Fiorire è Accogliere”.
“Anteporre i fiori, il verde ben curato e il decoro urbano, come veicolo essenziale per l’accoglienza turistica e la qualità della vita dei residenti”: è questo il motto che accomuna tante località d’Italiaa, che puntao a promuovere l’educazione al bello, l’aggregazione e la sensibilizzazione alla cura dell’ambiente in cui si vive. Un progetto che diventa anche promozione turistica per i tanti paesi che si mettono in gioco.
La Sicilia, che all’inizio era entrata timidamente nella kermesse pochi anni fa, quest’anno si presenterà alla sfida con ben 20 Comuni, con ben sei ragazze candidate per il titolo associato di Miss Comuni Fioriti e con addirittura la storica banda di Sinagra che aprirà la cerimonia di premiazione. I comuni sono: Casalvecchio Siculo, Castelmola, Forza d’Agrò, Furnari, Gallodoro, Malvagna, Montagnareale, Montalbano Elicona, Oliveri, Pettineo, Piraino, Roccafiorita, Santo Stefano di Camastra, Sinagra, Terme Vigliatore, Tusa, Ucria, Castiglione di Sicilia, Gangi e Isnello. Il Vice Presidente di Comuni Fioriti, Michele Isgrò, vera anima siciliana del progetto che in questi anni ha lavorato tantissimo per promuoverlo a livello regionale è chiaramente soddisfatto: “C’è una crescente volontà di proporre la Sicilia in una veste nuova che in fondo è la sua vera identità – ha detto Isgrò – quella dell’accoglienza e della bellezza. Un grande lavoro di sensibilizzazione prodotto negli anni sul quale c’è ancora tanto da fare. La cura del verde e delle fioriture integrata a ovvio decoro è infatti il primo ed immediato biglietto da visita per ogni città”.
L’Assessore al Turismo della Regione Sicilia, Sandro Pappalardo, nel comunicato stampa inviato, si dice compiaciuto per gli sforzi delle venti comunità ha inviato una nota di incoraggiamento. “La premiazione di diversi Comuni Siciliani tra i Comuni Fioriti d’Italia – si legge nel comunicato – ci riempie di orgoglio e dà l’immagine di una Regione che si promuove e che tiene al benessere ambientale con una spiccata sensibilità green. Conosco e capisco bene l’arduo fardello dell’amministrare una comunità. Per questa ragione i Sindaci sono la prima frontiera di democrazia e delle Istituzioni con molti oneri. Quindi proprio per questo con ancora più soddisfazione saluto e ringrazio tutti i Sindaci per questo bel riconoscimento e traguardo che dà soddisfazione all’arte, alla maestria e alla sensibilità delle loro città”. Stesso compiacimento ha manifestato in una nota inviata alla direzione Nazionale di Asproflor di Torino, il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, rammaricato per non poter essere presente alla premiazione Comuni Fioriti di Bologna per pregressi impegni.
L’evento si terrà sabato 10 e domenica 11 novembre nel contesto della fiera mondiale della meccanizzazione agricola Eima International.