Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Teatro, il prossimo appuntamento quiNteatro è “Il gabbiano Jonathan Lingston”

Autore: redazione. Pubblicato il 28 novembre 2018. Inserito in Associazioni in città, Attualità, Musica e Spettacoli.

Dopo il recente successo dello spettacolo dal titolo “Per non morire di mafia” con Sebastiano  Lo Monaco, domenica alle ore 18.00 al Teatro Trifiletti andrà in scena la Piece “Il gabbiano Jonathan Livingston. 

Per la Stagione quiNteatro diretta dall’attore e regista Giuseppe Pollicina e organizzata da Tali Arti Spettacoli di Tania Alioto in collaborazione  con il Comune di Milazzo, lo spettacolo è liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Richard Bachla.

Racconta una  storia magica, dove l’elementocostante è la ricerca della libertà. Jonathan, infatti, è un gabbiano diverso dagli altri: mentre tutti gli altri gabbiani si affannano per trovare il cibo e sopravvivere, senza badare ad altro, lui adora volare e si allena per diventare perfetto nel volo. Per questo è rimproverato dagli altri componenti del suo stormo, lo Stormo Buonappetito, che non comprendono la sua passione per il volo, ritenendolo soltanto come una comodità per procurarsi il cibo. Nonostante la buona volontà di Jonathan per cercare di essere un gabbiano come tutti gli altri, che lo porta a smettere di dedicarsi alla sua passione, il suo desiderio di volare è più forte di lui, così ricomincia ad allenarsi, arrivando in poco tempo a saper compiere acrobazie incredibili, mai compiute da nessun altro volatile.

Diretto da Giuseppe Spicuglia, sul palco a dare vita a questa fantastica storia sarà l’attore barcellonese Ivan Bertolami, al fianco del quale ci saranno  le bravissime ballerine Valentina  Caleca, Gabriella Rossitto e Emanuela Ucciardo. E, infine ad impreziosire ulteriormentel’emozionante racconto contribuiranno i musicisti Carmelo Imbesi,  Giorgio Rizzo, Antonio  Vasta e Carmen Zangarà.

Queste le premesse di una  pièce che emozionerà i presenti sin dalle primissime  battute, perché il teatro è vita, declamata in tutte le sue sfumature.