Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Le coincidenze significative”, presentato il libro di Roberto Crinò

Autore: . Pubblicato il 4 dicembre 2018. Inserito in Accade in città, Cronaca, Cultura.

Roberto Crinò, scrittore tra i vincitori del VIII Premio Internazionale di Poesia Circolare organizzato dal Museo Epicentro, è docente di lettere a Palermo. Di origini barcellonesi, egli ha deciso di presentare la sua prima raccolta di poesie nella città dove da bambino trascorreva le vacanze estive. Oltre a scrivere versi, l’autore si dedica anche ad opere in prosa e scrive testi di canzoni sin da giovanissimo: la sua raccolta “Coincidenze significative”, nella prima parte, presenta proprio cinque testi di canzoni che si impongono al lettore per la loro musicalità. L’evento, tenuto al Villino Liberty l’1 dicembre scorso, organizzato e curato dall’Associazione culturale “Il Circolo delle Lucertole”, è stato introdotto dall’arch. Marcello Crinò. La presentazione del libro, invece, è stata affidata al Prof. Genovese che ne ha enucleato le caratteristiche formali. La sua relazione ha messo in luce l’originalità della struttura dell’opera, che non cela la consuetudine alla Letteratura di Roberto Crinò. I  suoi versi sono stati definiti come evocativi di suggestioni letterarie del passato per esprimere temi attuali che toccanola sensibilità dell’autore: la solitudine, l’amore, il dolore, i valori/disvalori della società contemporanea. Il pomeriggio è trascorso piacevolmente nell’ascolto della lettura ed interpretazione di Viviana Isgrò, del Circolo delle Lucertole ed è stato reso particolarmente suggestivo dall’accompagnamento delle chitarre classiche di Sara D’Amico e Giuseppe De Pasquale. A conclusione dell’incontro il dialogo con l’autore di Viviana Isgrò ha fatto conoscere ai presenti l’uomo Roberto Crinò, che ha parlato della sua esperienza letteraria e delle vicende che lo hanno accompagnato nella composizione dell’opera.

presentazione libro Roberto Crinò