Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Barcellona, coppia di Pozzo di Gotto assolta dall’accusa di stalking ad un vicino di casa

Autore: . Pubblicato il 9 dicembre 2018. Inserito in Cronaca, Primo Piano.

Un coppia di Pozzo di Gotto era finita sotto processo per gli atti persecutori e le violenze verbali nei confronti di un vicino di casa, a causa di un diverbio legato ad un presunto abuso edilizio. La vittima aveva denunciato i fatti ai Carabinieri, fornendo come prova le immagini a circuito chiuso di una telecamera che aveva installato proprio per registrare le vessazioni subite dai due coniugi. Il giudice del Tribunale di Barcellona ha però assolto i due imputati, difesi dall’avvocato Gaetano Pino, perchè le riprese depositate non erano attendibili in quanto i video non erano integrali. I due imputati S.C. e M.D.P. erano accusati di aver molestato i propri vicini di casa con una lunga serie di azioni lesive ripetute nel tempo e mirate a disturbare la quotidianità delle vittime. Secondo il racconto fornito dalla vittima ai Carabinieri, gli imputati, per motivi legati ad un presunto abuso edilizio, si erano resi responsabili di innumerevoli comportamenti illeciti consistenti in atti vessatori, abusi ripetuti e minacce gravi. La vittima per tutelarsi aveva installato una microcamera accuratamente celata ed invisibile dall’esterno registrando ogni presunta attività illecita. Tuttavia, in dibattimento il difensore degli imputati ha dimostrato che in realtà le immagini che la presunta vittima aveva consegnato ai militari in sede di denuncia erano state accuratamente selezionate e tagliate dallo stesso denunciante e per tale ragione, non essendo state prodotte integralmente, non erano da considerarsi prove attendibili. Il giudice ha accolto la tesi difensiva ed ha assolto entrambi gli imputati da tutte le accuse ipotizzate a loro carico perché il fatto non sussiste.