Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Attraversamenti culturali”: in Galleria PROgetto Città inaugurata la mostra di Silvia Ripoll Lòpez

Autore: . Pubblicato il 11 dicembre 2018. Inserito in Accade in città, Attualità, Cultura.

“Attraversamenti Culturali”, il Vernissage presentato alla Galleria PROgetto Città, curato dall’architetto Andrea Cristelli, propone alla città l’opera di Silvia Ripoll Lòpez, artista catalana di Barcelona. L’evento è stato realizzato grazie al patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e alla pubblica Istruzione e dell’UTE di Barcellona. Erano presenti l’Assessore Ilenia Torre, il Rettore dell’U.T.E. prof.ssa Tanina Caliri e Antonello Alagna, fotografo e curatore grafico delle opere esposte. Aperte le porte della Galleria, le fotografie artistiche si impongono per la loro contemporaneità e immergono il visitatore in un’esperienza, un momento di percezione di attimi di vita mediati dall’immagine. La mostra sorprende per la semplicità degli strumenti usati da Silvia Ripoll, un semplice smartphone, ed una free app, la Photo Director, attraverso cui riesce ad imprimere allo scatto il proprio senso estetico, fissato in stampe grazie alla collaborazione con Immaginazione FineArt, centro barcellonese di stampa creativa. Le sue immagini sono state artisticamente rielaborate attraverso tecniche di stratificazione che  consentono di esprimere suggestioni e sensazioni. L’artista si è presentata invece senza filtri, libera e straordinariamente autentica, ha spiegato personalmente il pensiero ed i sentimenti che si celano sotto l’apparente semplicità delle sue opere: la curiosità, l’amore in tutte le sue forme e sfaccettature, la cultura, la natura, la bellezza. La sua formazione classica, ha svolto la professione di archeologa in varie nazioni, diventa il punto di partenza per rintracciare nella natura e nell’umano le forme, i segni, l’essenza della vita. Ogni foto, infatti, appare nel contempo unica e molteplice, in quanto vive per sè stessa e per le sensazioni che suscita in chi la osserva, in relazione al proprio stato d’animo. Silvia Ripoll afferma che le immagini stilizzate, fissate, apparentemente informi, sottendono al fenomeno della “pareidolia”, cioè l’istintiva associazione a forme note o particolarmente familiari: lei stessa conferma di vedere immagini diverse in base al suo stato d’animo, che fa vivere ora un’immagine, ora un’altra. La mostra  sarà aperta al pubblico tutti i giorni, dalle ore 17:00 alle ore 20:00, fino al 18 dicembre.

vernissage Galleria Seme d'Arancia

Nell’immagine da sinistra: prof.ssa Tanina Caliri, Assessore Ilenia Torre, arch. Cristelli, Silvia Ripoll e Antonello Alagna