Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Barcellona: assolto “perchè il fatto non sussiste”, era stato imputato per stalking e sequestro di persona

Autore: . Pubblicato il 16 dicembre 2018. Inserito in Attualità, Cronaca.

Si è definito lo scorso venerdì sera presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, il procedimento a carico del barcellonese Ragusa Salvatore, il quale era stato imputato di stalking e sequestro di persona e raggiunto da una misura cautelare emessa dal GIP in fase di indagini preliminari.

Durante il dibattimento, i difensori del Ragusa, gli avvocati Tommaso Calderone e Sebastiano Campanella, hanno dimostrato in maniera quasi del tutto documentale che quanto denunciato dalla parte offesa, cioè il sequestro di persona e lo stalking nei confronti della signora con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale, era falso ed infondato. Il Ragusa, infatti, il giorno in cui risalirebbero i fatti non era in servizio in ospedale, dove lavorava. Anche le celle d’aggancio del telefonino dell’imputato davano, tra l’altro, atto del fatto che il Ragusa durante quella giornata non si trovava a Milazzo ma a Barcellona Pozzo di Gotto.

Dalla ricostruzione dei fatti, è emerso soltanto che i due avevano avuto una relazione, ma le accuse della signora sono risultate infondate. Il Pm d’udienza aveva chiesto la condanna per entrambi i capi di imputazione, stalking e sequestro di persona, ma il Giudice Dr Francesco Alligo ha assolto l’imputato “perchè il fatto non sussiste”, accogliendo in toto la tesi difensiva degli avvocati dell’imputato.