Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Calcio, squalifica di 5 anni ad un giocatore dopo l’aggressione all’arbitro di Orsa-Nike Club

Autore: . Pubblicato il 12 gennaio 2019. Inserito in Attualità, Calcio, Primo Piano, Sport.

Il giudice sportivo della Figc Sicilia ha usato la mano pensate nei confronti di alcuni tesserati della formazione della Nike Torino Club di Giardini Naxos, dopo l’aggressione all’arbitro della gara disputata mercoledì pomeriggio al comunale di Zigari con l’Or.Sa. Promosport. La partita venne sospesa all’86’ sul risultato di 1-0 per i padroni di casa dopo che l’arbitro Comito di Messina è stato aggredito fisicamente dai giocatori della squadra ospite, che gli contestavano l’annullamento del gol del possibile pareggio per fuorigioco. Il direttore di gara nella sua relazione, riportata nel comunicato della Figc, ha così ricostruito i fatti: “Al 41′ del s.t., il calciatore Minutoli Davide, Società Nike Torino Club, dopo l’espulsione di un proprio compagno di squadra, si introduceva indebitamente sul terreno di gioco e, avvicinatosi alle spalle dell’arbitro, lo colpiva da dietro con un violento schiaffo al collo, sotto la nuca, che provocava forte dolore ed intenso bruciore; il Minutoli, successivamente, stringeva la presa al collo e lo strattonava energicamente provocando un graffio, ulteriore forte dolore al collo e capogiri. Raggiunti gli spogliatoi, l’arbitro, a seguito dell’aggressione subita, non più nelle ottimali condizioni fisiche e morali necessarie per la prosecuzione della gara, decideva di sospenderla definitivamente per poi recarsi presso un Presidio Ospedaliero dove veniva refertato con una prognosi di due giorni s.c.”
Sulla base di questa relazione il giudice sportivo ha condivisa la decisione dell’arbitro di sospendere definitivamente la gara e ha disposto pesanti provvedimento a carico della società e di alcuni tesserati. Ha così sancito la sconfitta a tavolino della gara per 0-3 e squalificato per quattro partite il giocatore Leonardo Zappalà, espulso sul campo nella fase successiva all’annullamento del gol. La squalifica più pensate è stata comminata ad un altro giocatore Davide Minutoli, che non potrà tornare in campo fino all’8 gennaio del / 2024. Il giudice ha ritenuto quella del giocatore una “condotta violenta” secondo la definizione della concorde giurisprudenza federale, che consiste in un comportamento caratterizzato “da intenzionalità e volontarietà miranti a produrre danni da lesioni personali o a porre in pericolo l’integrità fisica e che si risolve in un’azione impetuosa e incontrollata connotata da una accentuata volontaria aggressività con coercizione operata su altrui …” ed ha quindi applicato la pesantissima squalifica di 5 anni.