Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Calcio, il Terme Vigliatore contesta l’accanimento dell’arbitro Papaserio contro la squadra

Autore: . Pubblicato il 14 gennaio 2019. Inserito in Attualità, Calcio, Sport, Terme Vigliatore.

L’APD Terme Vigliatore ha perso con un netto 3-0 la gara di ieri sul campo del Palazzolo, ma la società, seppur non contestando i meriti dell’avversario, ha diramato un comunicato ufficiale con cui esprime il proprio disappunto nei confronti dell’arbitro Fortunato Papaserio di Catania. “In riferimento alla gara disputata ieri in quel di Palazzolo Acreide e conclusasi con la vittoria della formazione locale per 3-0, la società esprime il proprio disappunto per la direzione arbitrale del signor Fortunato Papaserio. Pur non eccependo sul risultato finale e nulla volendo imputare alla squadra avversaria, che si è battuta sul campo in modo corretto, l’APD Terme Vigliatore contesta la decisione dell’arbitro che ha spostato gli equilibri in campo, ossia il calcio di rigore concesso ai padroni di casa per un fantomatico fallo commesso da Addamo ai danni di Frittitta ad inizio ripresa e la contestuale immotivata espulsione di D’Anna. Sotto di una rete e con uomo in meno in casa di una delle battistrada del campionato, per l’APD Terme Vigliatore è stato pressoché impossibile pensare di riequilibrare le sorti dell’incontro. Già in occasione della gara contro la Jonica il signor Papaserio aveva convinto poco con la sua direzione arbitrale, espellendo immotivatamente il calciatore Crifò e calcando ancora più ingiustificatamente la mano nel referto di fine gara, tanto da indurre il giudice sportivo ad infliggere all’atleta ben tre turni di squalifica. E’ auspicio della società che, qualora il signor Papaserio dovesse ancora arbitrare le gare dell’APD Terme Vigliatore, lo stesso palesi maggiore equilibrio e non lasci adito a recriminazioni e rimpianti per decisioni incomprensibili che ingiustamente mortifichino il lavoro di tecnico e calciatori”.