Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rodì Milici: consensi ed interesse per il Convegno a cura dell’Ass.ne Pedalare

Autore: redazione. Pubblicato il 29 gennaio 2019. Inserito in Attualità, Provincia.

Ha riscosso successo il convegno “Criminalità e generazioni, zona grigia e pericoli della rete: fenomeni vecchi nuovi ed in evoluzione”, organizzato dall’associazione “Pedalare” e tenutosi lo scorso 19 gennaio presso la Sala Antiquarium del Comune di Rodì Milici.

L’incontro è coinciso con il battesimo ufficiale della neonata associazione che ha così presentato i suoi componenti.

Il Presidente Filippo Campisi ha illustrato in maniera molto dettagliata le finalità e i progetti che la stessa associazione intende perseguire sul territorio. “La nostra associazione è nata nello scorso ottobre – ha spiegato – Ha diversi scopi, uno dei quali quello di essere sempre presente nella comunità e aiutare chi ha bisogno. Le idee sono tante, abbiamo tanti programmi e cercheremo prima possibile di fare altre interessanti manifestazioni”.

Successivamente, uno a uno, sono stati presentati i soci Domenico Crimi, Natale Bonvegna, Dario Campisi, Paolo Trifilò, Stefano Materia, Enzo Calcagno, Salvatore Torre, Carmelo Buemi, Ilia Cicero e Gianluca Munafò.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Rodì Milici, Eugenio Aliberti, la moderatrice Debora Luccese ha introdotto gli argomenti che sono stati esaminati, ciascuno per le sue competenze settoriali, dalla dirigente del consultorio Familiare di Patti, Adele Lo Presti; dal giudice del Tribunale di Patti, Ugo Molina; dal Vice presidente della Camera Penale di Barcellona Pozzo di Gotto, Antonino Todaro e da Luciano Armeli Iapichino, scrittore e docente presso l’Istituto “Borghese – Faranda” di Patti.

La tematica al centro dell’incontro ha suscitato parecchio interesse in un pubblico che è rimasto attento fino alle ultime battute mentre venivano snocciolati fatti, misfatti, zone d’ombra e pericoli che si nascondere dietro la realtà virtuale della rete telematica. Presenti, tra l’uditorio, molti educatori e insegnanti che hanno espresso il loro apprezzamento verso l’iniziativa dell’Associazione Pedalare. Iniziativa che ha permesso di trattare argomenti di primaria importanza nella sfera educativa dei giovani. Proprio le nuove generazioni sono quelle maggiormente esposte ai pericoli del web, al suo uso e abuso che genera dipendenza.

Proficuo l’intervento del diciassettenne Marco Crisafulli, Presidente del Movimento “Cirano-Giovani” di Oliveri, che ha esortato i suoi coetanei alla partecipazione attiva a manifestazioni del genere per capire l’importanza di fare un buon uso delle nuove tecnologie.

In chiusura, la dottoressa Ilia Cicero ha ribadito gli obiettivi dell’Associazione “Pedalare” che intende cooperare e intervenire per il benessere di Rodì Milici. Infine, la consegna delle targhe ricordo ai relatori.

“La tematica che abbiamo analizzato è di qualità – ha affermato a margine dell’incontro il Giudice Ugo Molina – Questi convegni consentono all’Autorità Giudiziaria di uscire dai propri uffici e di comunicare alla gente i rischi che può incontrare chi naviga sulla rete internet. Bisogna alzare il livello di attenzione”.