Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nove medaglie per la Tiger’s Den Barcellona nel torneo Intenazionale “Insubria Cup” di Busto Arsizio

Autore: . Pubblicato il 1 febbraio 2019. Inserito in Altri Sport, Attualità, Sport.

E’ di 3 ori, 4 argenti e 2 bronzi il bottino degli atleti barcellonesi della Tiger’s Den nel torneo internazionale INSUBRIA CUP di Busto Arsizio. Tutti i ragazzi del M° Giuseppe Sottile sono andati in medaglia con la Tiger’s Den che si è piazza all’ottavo posto nella classifica per società su 185 club partecipanti, provenienti da 10 nazioni.
Oltre 1200 gli atleti iscritti che si sono affrontati sugli 11 quadrati di gara allestiti nel parterre del PalaYamamay di Busto Arsizio dall’ottima organizzazione del Comitato Regionale Lombardia, diretto dal presidente Stefano Ferrario. Tra gli ospiti d’onore, oltre al presidente della Federazione Italiana Taekwondo, Angelo Cito, anche il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ed il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.
Nel ricco medagliere del team barcellonese ci sono le medaglie d’oro di Tindara Puliafito, nella categoria juniores 49 kg (non essendo rientrata nella 46) superando 4 quotatissime avversarie, tra le quali in finale la torinese Virginia Maestri, di Giuseppe Foti, nella categoria juniores 55 kg, superando anch’egli ben 4 avversari e di Simone Calabrese, vincitore nella categoria cadetti 37 kg, superando anch’egli 4 avversari. Conquistano la medaglia d’argento Michele Fugazzotto, che nella categoria senior 68 kg, dopo aver battuto 3 avversari, si vede sfuggire la finale al golden point contro il bravissimo atleta Sud Tirolese Sandro Peer, Antonino Maggio, autore di una splendida prestazione, che nella categoria juniores 63 kg – dopo aver superato 3 avversari – è costretto ad abbandonare in finale per un infortunio al ginocchio, Simone Chiofalo, che nella categoria 41 kg, Cadetti A, supera ben 3 avversari, lasciandosi sfuggire di un soffio la finale e Greta D’Amico, che nella categoria 37 kg, Cadetti B, approda in finale dopo aver superato due avversarie. Devono invece accontentarsi – si fa per dire – della medaglia di bronzo, nonostante la buona prestazione, i senior Antonio De Gaetano e Simone Caliri, entrambi nella categoria 54 kg, il primo dopo aver vinto i primi due incontri si arrende contro il bravissimo Nicolas Legari; il secondo va fuori al secondo turno, perdendo al golden point contro il mesagnese Cosimo Dell’Aquila.
Soddisfatto il Maestro Sottile: “Nove medaglie con nove atleti in gara, con un piazzamento eccezionale se si considera che con appena un oro in più – che potevamo benissimo prendere – saremmo stati sul podio, e che tra le società arrivate sopra di noi, alcune avevano il doppio o il triplo degli atleti in gara. Certo qualche ragazzo poteva anche fare meglio, ma non possiamo che essere soddisfatti di una prestazione che ancora una volta ci proietta tra le prime società italiane ed in campo internazionale e che ci fa ben sperare in vista dei prossimi campionati italiani di marzo“.
Intanto siamo felicissimi della convocazione in azzurro del nostro atleta Giuseppe Foti, chiamato a far parte della squadra nazionale juniores che dal 7 al 12 febbraio parteciperà alla President Cup di Antalya, in Turchia.

IMG_0729-30-01-19-06-40