Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’Igea Virtus, contro il Portici senza allenatore, con la contestazione della tifoseria

Autore: . Pubblicato il 2 febbraio 2019. Inserito in Attualità, Calcio, Primo Piano, Sport.

L’Igea Virtus, dopo una settimana d’esilio alla cittadella universitaria di Messina, per evitare le contestazioni della tifoseria organizzata giallorossa, scenderà in campo domani contro il Portici in una situazione surreale, senza il tecnico Giacomo Tedesco, che ha lasciato Barcellona dopo lo scontro con i tifosi indispettiti dall’assenza di gran parte della squadra per l’ultimo saluto al funerale di Antonio Fiorello, vista come una mancanza di rispetto nei confronti della storia giallorossa. In gradinata non ci saranno i tifosi, anche fisicamente, non solo come accaduto fino ad oggi senza sostenere la squadra. Le scuse tardive della squadra e del capitano Emanuale Allegra hanno avuto un effetto contrario e i gruppi organizzati hanno diffuso una nota in cui annunciano di disertare lo stadio per tutta la stagione, non riconoscendosi più in questa squadra, accusata apertamente sui social di non avere a cuore e di non onorare la storia decennale dell’Igea Virtus. Si tratta di una frattura probabilmente insabile e neanche l’allontamento del tecnico Tedesco o la scelta di togliere ad Allegra i galloni di capitano potranno ricucire lo strappo.

Il presidente Filippo Grillo sta provando a salvare il salvabile, per cercare almeno di salvare la faccia, in un campionato che senza una vittoria domani contro il Portici sarà ormai compromesso. Gli arrivi dell’attaccante argentino Federico Samuel Miño e del terzino Mattia Bruno rendono più completa una rosa, che però non ha una guida tecnica e avrà bisogno di tempo per trovare un gioco. Un tempo che non c’è più, perchè dopo una fase di stallo il campionato di serie D adesso entrerà nel vivo, soprattutto nella lotta per la salvezza.