Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Legambiente segnala rifiuti pericolosi a Rodì e propone rigenerazione urbana a Barcellona

Autore: redazione. Pubblicato il 16 marzo 2019. Inserito in Attualità, Provincia.

Legambiente del Longano denuncia presenza di eternit (cemento amianto) e altre tipologie di rifiuti sia speciali che rifiuti non differenziati nelle zona ricadente l’alveo del torrente Patrì, in territorio di Rodì Milici e in particolar modo nella zona di Contrada Coppola , da Via Coppola prima di entrare nel Torrente si imbocca la prima traversa a sinistra la si percorre in mezzo a rifiuti abbandonati di diverse tipologie, per circa 100 m. alla fine di essa sulla destra si trovano canne fumarie e lastre in cemento amianto.

Con questa segnalazione, Legambiente chiede al Sindaco e a chi di competenza di intraprendere iniziative di controllo e contrasto, di queste forme di insostenibile offesa all’ambiente, che non possono che suscitare oggi ancor di più indignazione nei cittadini rispettosi delle regole di civile convivenza e rispetto per la natura e l’ambiente .

“I rifiuti speciali – ribadisce la Legambiente – avvelenano l’aria, contaminano le falde acquifere, inquinando i Torrenti le coltivazioni agricole, minacciando la salute dei cittadini ormai così precaria per i danni cagionati all’ambiente”.

WhatsApp Image 2019-03-16 at 11.30.54

 

 

 

 

 

 

 

A questa segnalazione, si aggiunge la realizzazione di un progetto di rigenerazione urbana, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale attiva, in Via Degli Studi a Barcellona Pozzo di Gotto e precisamente nella parte ricadente tra le scuole Primaria L. Capuana e Secondaria di I grado G. Verga di realizzazione di un’isola pedonale permanente, al fine della riqualificazione e relativa rigenerazione, per favorirne la partecipazione l’attenzione dei cittadini e di quanti vogliano dare il proprio contributo . La proposta che Legambiente del Longano APS formula per la realizzazione di un’isola pedonale nello spazio adiacente la scuola (annesso come previsto da legge di num. 2 parcheggi per disabili) è complementare alla gestione da parte dell’associazione e cittadini delle aree verdi adiacenti.

“Il progetto si propone quindi di potenziare riqualificare e rigenerare l’area per renderla fruibile e vivibile ( al fine anche di evitare che durante le ore di entrata e di uscita che le auto che all’interno vi circolano manovrando vista la chiusura lato Via G. Spagnolo possano esse causa di pericolo ), migliorandola nell’estetica e nell’immagine della città di Barcellona Pozzo di Gotto attraverso la partecipazione attiva dei cittadini di sponsor privati che si stanno contattando che diventano gli attori del cambiamento con attività di cura e decoro. – dichiara il Presidente Carmelo Ceraolo, che continua –  Il verde e gli spazi pubblici diventano bene comune , svolgono importanti funzioni di tutela ambientale in ambito urbano e di miglioramento dell’estetica e dell’immagine della città. E’ un primo passo verso un diverso metodo di gestione degli spazi verdi( già posto in essere da parte dell’Amministrazione con l’adozione delle aiuole ) , che si spera abbia un crescendo positivo e coinvolga ancor di più un maggior numero possibile di soggetti che si renderanno in tal modo protagonisti attivi della cura del decoro urbano.”

WhatsApp Image 2019-03-16 at 11.30.53