Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

24liveSchool, Barcellona ed il teatro: un amore duraturo

Autore: . Pubblicato il 18 marzo 2019. Inserito in Attualità, School Live.

Del mio paese non mi piace evidenziare solamente gli aspetti negativi, come è oggi tanto di moda soprattutto suoi social, dove è una gara su chi critica di più! Tra gli aspetti positivi vorrei rimarcare quello legato alla cultura e al Teatro che da sempre ha appassionato i barcellonesi.
teatromandaniciieriIn questo piccolo paese di circa 40.000 abitanti, abbiamo tre teatri funzionanti: il Mandanici, che può essere definito“figlio” dell’antico Teatro Comunale, nato nel 1845, poi danneggiato dal terremoto e infine distrutto da un incendio nel 1967, e ricostruito in altro luogo, nell’area della villa comunale “Primo Levi”, inaugurato nel dicembre del 2014 dopo anni di abbandono e vandalismo; il “Vittorio Currò” presso Oratorio Salesiano inaugurato nel 1983, e il più recente Il Salone del Petraro.
teatromandanicioraE’ opportuno sottolineare che, vista la grande passione per il teatro, la città nei 45 anni trascorsi dall’incendio del Mandanici alla nuova inaugurazione nella Villa Primo Levi, ha continuato a svolgere le sua attività culturali, teatrali e musicali, in altre sedi, come nei due teatri sopra citati, a San Vito, nelle varie sale-auditorium comunali e nell’arena Montecroci in estate.
Nel corso degli anni, sono state ospitate le migliori compagnie del teatro amatoriale e professionistico siciliano, nazionale ed internazionale.
teatrosalesianiAl Vittorio Currò, teatro che sorge all’interno dell’Oratorio Salesiano, in linea con le direttive educative di “Don Bosco”,molti ragazzi e adulti hanno contribuito a portare i gruppi teatrali salesiani, ossia “Associazione Cattafi” e “Savio Arte”,ad alti livelli.
Il teatro è un potente mezzo educativo, in grado di appassionare adulti e bambini, poiché stabilisce una forma diretta di comunicazione tra attori e pubblico e riesce a veicolare in modo più immediato il messaggio. Fare teatro consente, non solo di conoscere il testo dal punto di vista storico e letterario, di arricchire il linguaggio, e l’espressività non solo con la parola, ma anche del corpo, attraverso la mimica e la gestualità.
La recitazione è un’arte: l’arte del riuscire ad immedesimarsi in un altro personaggio e, così, vivere e trasmettere forti emozioni. Attraverso la recitazione si abbandona il proprio essere, diventando così altri personaggi, si vince la timidezza e si acquisisce consapevolezza delle mille sfaccettature della realtà.
In questa società, povera sia dal punto di vista economico che culturale, dove gli unici mezzi di comunicazione ad avere il sopravvento sono i social network, il teatro rappresenta per noi giovani uno spiraglio, una possibilità di cultura e di sapere, che negli anni i nostri antenati hanno coltivato e adesso tocca a noi “viverlo e farlo vivere”. Buon Teatro a tutti…
Torre Alessia
I B Liceo Linguistico
I.I.S. Medi Barcellona P.G.