Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Premio Rotary 2019, l’omaggio all’artista Emilio Isgrò: “Ciò che sono lo devo alla mia Barcellona”

Autore: . Pubblicato il 25 marzo 2019. Inserito in Attualità, Cultura, Primo Piano.

L’artista Emilio Isgrò è stato l’ospite d’onore del Rotary Club di Barcellona, in occasione dell’annuale appuntamento con la cerimonia di proclamazione delle opere vincitrici del Premio Rotary 2019, scelte tra quelle esposte nella galleria della vecchia stazione fino al 20 marzo. La sua presenza, fortemente voluta dal presidente Andrea Ravidà e dai soci del club service, ha arricchito un evento ormai tradizionale per gli amanti dell’arte e della cultura. Dopo i saluti del presidente Ravidà, del delegato del governatore Glauco Milio e dell’assessore alla cultura Angelita Pino, è stata affidata alla storica dell’arte Valentina Certo la presentazione e l’introduzione del momento della consegna del premio al maestro barcellonese autore del Seme d’Arancia e di tante sculture apprezzate in tutto il Mondo. premiorotary201955Emilio Isgrò, nel suo intervento, ha ribadito ancora una volta il suo legame con la sua città d’origine, Barcellona Pozzo di Gotto, ma ha anche ricordato la figura del fratello, il cui supporto fu fondamentale nel 1998 in occasione dell’inaugurazione del Seme d’Arancia. “Quella scultura – ha sottolineato Isgrò – è un dono che ho voluto dare alla mia città per rappresentare un momento di rinascita e di rilancio non solo sotto il profilo economico, ma anche sotto quello culturale. La piazza attorno al Seme d’Arancia è ormai rinata a nuova vita, con un fermento che mi rende felice ed orgoglioso per aver avuto la lungimiranza di guardare oltre alle polemiche legate alla sua collocazione, attendendo che i frutti di quel seme potesse venir fuori nel tempo. I risultati si cominciano a vedere e mi auguro che questa città, non la più bella del Mondo, ma neanche la più brutta, possa ritrovare i personaggi di un tempo, un pò controcorrente, ma determinati nell’inseguire gli obiettivi di una crescita per l’intera comunità, mettendo da parte diffidenze e gelosie, nell’interesse della città”.

premiorotary201929Dopo il momento della consegna del premio ad Emilio Isgrò, il critico d’arte Andrea Italiano, componente della giuria che ha selezionato le opere in concorso, ha proclamato i vincitori. Nella sezione adulti il premio Rotary è stato assegnato all’artista Caterina Barresi, mentre nella sezione studenti a Giulia De Natale del Liceo Classico Valli, che in maniera originale hanno colto il messaggio del premio rappresentando come l’essenza del passato riviva nella memoria di ciascuno di noi. Le due opere saranno riprodotte in maiolica ed affisse sulla facciata della vecchia stazione, con il contributo della ditte che operano nel settore della lavorazione degli agrumi, la Canditfrucht e l’Agrumigel. Una targa ricordo è stata consegnata non solo alle due società, ma anche al Parco Museo Jalari e al Museo Cassata, che hanno arricchito la mostra sugli agrumi allestita dal Rotary club nella galleria della vecchia stazione. Sono stati poi consegnati gli attestati a tutti i partecipanti ed, infine, sono salite sul palco le dirigenti scolastiche che hanno aderito all’iniziativa, Laura Calabrò del Lssa Copernico, Domenica Pipitò dell’IIS Medi e Cettina Ginebri dell’Ipsia Ferrari.

VI PROPONIAMO UNA BREVE DICHIARAZIONE DEL MAESTRO EMILIO ISGRO’ RILASCIATA ALLA CAPO REDATTRICE DI 24LIVE FLAVIANA GULLI’

DI SEGUITO POTETE GUARDARE LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA SERATA