Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Terme Vigliatore, il presidente della “Cinquesei” traccia il bilancio dell’iniziativa “#bastaplastica”

Autore: Pasqualino Materia. Pubblicato il 15 aprile 2019. Inserito in Attualità, Primo Piano, Provincia.

Ha ottenutto un primo importante riscontro la campagna “bastaplastica” lanciata dal movimento “Cinquesei” di Furnari, diretto da Nino Chiofalo, protagonista di diverse battaglie ambientali contro la discarica di Mazzarrà Sant’Andrea. “Oggi posso affermare – esordisce il presidente Chiofalo – che il lancio di questa campagna “bastalaplastica”, iniziativa lanciata a livello regionale attraverso i social, insieme alla campagna “lassalapeddiri”, che mira a coinvolgere tutte le amministrazioni comunali ad emettere ordinanze contro l’uso della plastica monouso nei locali pubblici, ha riscosso un successo incredibile. Dopo un primo momento organizzato venerdì 12 aprile con una assemblea presso la sala consiliare del comune di Terme per dibattere la problematica, siamo riusciti ad organizzare la giornata della pulizia dei litorali nel giorno successivo sabato 13”. Durante questa assise erano presenti le associazioni “lassalapeddiri”, Cirano di Oliveri, Sciabaca di Falcone, Siamo per Riposto di Riposto, Serenella Catalano per il progetto “clean up europe”, Selene Mandanici per la Pro Loco di Terme Vigliatore, Onda Azzurra, Vivere a colori”, Mario Gitto che ha presentato il progetto di sensibilizzazione dei bambini della scuola Gabelli di Saponara, Dio mama sud di Furnari con l’assessore al ramo Gioacchino Messina, gli assessori comunali di Terme Santino Buglisi, Annalisa Imbesi, Daniele Biondo e Domenico Genovese che da quando è assessore la raccolta indifferenziata del comune è passata dal 53 al 74% attuale. “Abbiamo lanciato questa campagna – continua Chiofalo – perché riteniamo che sia arrivato il momento di diventare protagonisti attivi davanti a questo problema, ed abbiamo sposato la campagna “lassalapeddiri” e lavorando di concerto con loro siamo riusciti ad arrivare in tutta la Sicilia”.
Alla manifestazione di sabato, infatti, hanno aderito alla pulizia delle spiagge città come Palermo, Messina, Siracusa, Riposto, Termini Imerese, Falcone, Oliveri, Furnari, Terme Vigliatore, Barcellona, Milazzo, Saponara. “Il sindaco di Terme Vigliatore, Domenico Munafò, che è stato parte attiva durante la pulizia del litorale di Marchesana – conclude il presidente del movimento Cinquesei – dopo quello di Furnari, è pronto a fare l’ordinanza contro l’uso della plastica monuso. Lo ha già fatto il sindaco di Furnari Maurizio Crimi, che già dal primo luglio entrerà a regime e nessuno potrà più utilizzare la plastica monouso. Ma sono tanti i sindaci che stanno aderendo perché hanno capito la valenza del problema in questione. Sabato a pulire il litorale di Terme erano presenti tantissimi giovani delle varie associazioni e anche volontari che hanno raccolto decine e decine di sacchi di plastica grandissimi di plastica e non solo. Tutti, il sindaco Munafò in primis, e gli assessori Santino Buglisi, Marialuisa Imbesi Daniele Biondo, molti alunni dell’Istituto comprensivo Terme Vigliatore, ma molti genitori con i figli, hanno setacciato il grandissimo e vasto lungomare marchesana con grande spirito di collaborazione e voglia di dimostrare che il problema ambientale è un problema serio e che va affrontato con grande serietà ed abnegazione”.
Nino Chiofalo del “Movimento cinquesei” e tutti i suoi componenti hanno fatto da spola con gli altri che operavano nel tratto di contrada Acquitta, e i risultati ottenuti sono ottimi e al disopra di qualsiasi immaginazione. Negli altri paesi di cui mostriamo le foto, si è fatto altrettanto ed è stato bellissimo poter constatare tutto ciò. Ma non è finita qui perché Chiofalo e le altre associazioni vogliono continuare questa battaglia coinvolgendo gran parte della Sicilia per dire basta con la plastica monouso e dire si all’ambiente ed al futuro delle nuove generazioni.