Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Vertenza contrattisti comunali, il sindaco rassicura sui tempi della procedura di stabilizzazione

Autore: . Pubblicato il 15 aprile 2019. Inserito in Attualità, Primo Piano.

I lavoratori contrattisti di Palazzo Longano si sono riuniti in assemblea per fare il punto sulla procedura di stabilizzazione, dopo che la commissione ministeriale ha chiesto un aggiornamento della documentazione presentata a fine 2018 dall’Ammnistrazione comunale di Barcellona Pozzo di Gotto, per avviare l’iter della sottoscrizione dei contratti. Gli rsu hanno chiesto un confronto con il sindaco Roberto Materia e con i funzionari che si occupano di predisporre gli atti per avere rassicurazione sui tempi dell’invio della richiesta aggionarta al 2019, tenendo conto dei pensionamenti legali alla famosa quota 100.

sdrIl primo cittadino ha confermato l’impegno a definire la procedura nei tempi previsti dalla legge, definendo il bilancio consuntivo 2018, il preventivo 2019 e la nuova pianta organica aggiornata entro il limite previsto dalla normativa sulla stabilizzazione, che entro giugno impone il passaggio alla società regionale Resais, che dovrà gestire il personale ancora non stabilizzazione negli enti dove svolge il servizio. Il sindaco ha informato i lavotori sulla presentazione di emendamento da parte del Governo, già approvato alla Camera ed in corso di valutazione al Senato, per derogare alla richiesta di approvazione dei nuovi bilanci comunali per sottoscrivere i contratti a tempo inderteminato anche per i circa 150 precari comunali di Barcellona.

sdr“E’ evidente l’importanza della vostra attività – ha dichiarato il sindaco – negli uffici di Palazzo Longano, come confermato dai disagi provocati dall’assemblea odierna. Il nostro interesse è quello di garantire il personale per offrire ai cittadini i servizi e in questo momento in cui si prevedono almeno 18 nuovi pensionamenti, la vostra stabilizzazione diventa un passaggio obbligato e non più rinviabile. Il bilancio di previsione 2019 è già pronto per essere approvato in giunta e poi passerà al consiglio, che ci auguriamo riesca ad approvarlo in tempi brevi, dopo il necessario confronto in aula. Per il bilancio consuntivo 2018 si tratta sostanzialmente di una presa d’atto, legata alla procedura di riequilibrio che ne ha fissato determinati paletti, e quindi il via libera consiliare potrebbe essere rapido. Se non dovesse passare l’emendamento del Governo sulla deroga, è auspicabile che entro un mese si possano trasmettere tutti i documenti aggiornati alla commissione per il via libera alla stipula dei contratti”. Davanti alle rassicuazioni del sindaco Materia i lavoratori hanno deciso di sospendere l’assemblea, che doveva proseguire fino a mercoledì, fissando già da adesso un altro momento di confronto per la fine del mese di aprile, così da verificare l’andamento della procedura.