Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Parco, Museo d’Arte ed Antiquarium di Merì: una speranza per il territorio

Autore: . Pubblicato il 26 marzo 2012. Inserito in Cultura.

Si è tenuta ieri a Merì in Contrada San Giuseppe, nell’ambito della Festa di Primavera meriese, l’inaugurazione del Parco, Museo d’Arte ed “Antiquarium” comunale. Si tratta di una vasta area attrezzata a parco pubblico all’interno della quale degli scavi effettuati nel 1997, al fine di istituire in loco una discarica, hanno portato alla luce dei reperti risalenti all’età tardo romana e bizantina. L’Amministrazione comunale, in sinergia con la Soprintendenza BB.CC.AA. di Messina, nell’ambito del progetto Por Sicilia 2000/2006, ha realizzato l’Antiquarium, ospitato all’interno di un antico edificio rurale recentemente ristrutturato, in posizione panoramica sulla collina di San Giuseppe.
Articolato in quattro diverse sale, la struttura conserva un campionario di forme ceramiche inerenti la vita quotidiana di una zona che venne abitata fino all’età normanna; i reperti sono stati disposti in ordine cronologico. Particolarmente suggestivi i dolia, grandi contenitori per derrate alimentari rinvenuti nel 1997 e recuperati nel 2008, oggi in mostra nella seconda sala.
Attraverso il Parco-Museo, il Comune si propone di valorizzare l’arte antica, collegandola a quella contemporanea e alla rievocazione delle tradizioni locali, nella speranza di incentivare il circuito turistico e scolastico: dopo l’inaugurazione è stato infatti previsto anche il concerto di un gruppo siciliano etno-folk, presso un auditorium installato all’aperto, nel caratteristico panorama rurale. Dal 25 marzo al 14 aprile 2012 l’Antiquarium accoglierà una mostra d’Arte contemporanea di opere pittoriche, grafiche, fotografiche e scultoree di docenti e allievi del “Liceo Artistico Paritario” di Barcellona Pozzo di Gotto, insieme a quelle di artisti indipendenti. Dal 15 aprile al 5 maggio sarà invece la volta dei lavori realizzati dagli alunni dell’Istituto Istruzione Secondaria Superiore di Milazzo. Entrambe le esposizioni sono visitabili dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 12:00, e il martedì e giovedì dalle 15:00 alle 17:00. Sabato pomeriggio e domenica l’apertura è su richiesta.
Fitta di appuntamenti la programmazione del Parco: domenica 1o aprile alle 19:30 è prevista la drammatizzazione della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù a cura dell‘Associazione teatrale “Nuovi Orizzonti” di Merì. Lunedì 9 aprile alle 9:00 si terrà invece una festa al Parco, con intrattenimento musicale da parte di artisti locali folk. Il mese si concluderà con il weekend organizzato dall’Associazione “Nuovi Orizzonti” che curerà la mattina di sabato 21 l’intitolazione delle opere pubbliche a celebri cittadini meriesi che hanno fatto la storia del paese, mentre nel pomeriggio, a partire dalle 15:30, una manifestazione cinofila. Domenica 22 sarà caratterizzata dal “Parco in Festa”: nelle ore pomeridiane verrà aperto il Laboratorio-mostra “Arti e mestieri antichi”, affiancato da una manifestazione equina, intrattenimento musicale a cura di artisti locali folk, degustazione di prodotti della gastronomia locale e per finire una manifestazione teatrale.