Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’università per Barcellona: una serata tra arte e solidarietà.

Autore: . Pubblicato il 2 febbraio 2012. Inserito in Attualità, Cultura, Musica e Spettacoli.

I giovani talenti e la solidarietà sono stati i protagonisti della vivace manifestazione che si è svolta ieri sera al Palacultura “B. Cattafi” di Barcellona Pozzo di Gotto, intitolata L’Università per Barcellona. L’evento, precedentemente annullato per l’allerta meteo dello scorso 21 dicembre, è stato organizzato dal Corso di Laurea in Mediazione Socioculturale e Scienze Sociali per la Cooperazione e lo Sviluppo della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare agli alluvionati Barcellonesi.  Hanno introdotto la serata gli interventi del Preside della Facoltà di Scienze Politiche, il Prof. Andrea Romano, che ha richiamato la funzione positiva svolta dall’Università e dalla struttura come supporto alla città, della coordinatrice del Corso di Laurea in Mediazione Socioculturale, la Prof.ssa Vittoria Calabrò, che ha ringraziato gli studenti e i docenti che si sono impegnati per la riuscita della manifestazione e, infine, del sindaco di Barcellona, Candeloro Nania che ha ricordato i tristi momenti dell’alluvione e le responsabilità umane, nonché la circostanza positiva che non ci siano state vittime. Successivamente si sono susseguite una serie di esibizioni di giovani artisti, appartenenti ad ambiti artistici diversi, presentate dal conduttore Luciano Fiorino.  Il pubblico ha così potuto partecipare all’esecuzione di brani di musica classica di un quintetto di ottoni di studenti del Conservatorio Corelli di Messina e del pianista e docente della Facoltà di Scienze Politiche, David Carfì; alla lettura di un brano tratto dal libro “Da vicino nessuno è normale” di Giulia Carmen Fasolo; all’esecuzione di due gruppi rock, gli Intelaiatura Basimale e gli Stonehenge; a un monologo sul tema del dissesto idrogeologico di Francesco Natoli, studente del D.A.M.S. di Messina. Ha fatto da cornice allo spettacolo un’interessante mostra fotografica, allestita nella sala mostre del Palacultura, a cura di Giulia Carmen Fasolo e di Marcello Crinò;  la prima ha intitolato l’esposizione Passaggi d’assenza e ha trattato tematiche esistenziali, mentre l’alluvione che ha colpito Barcellona lo scorso 22 novembre, è stato il soggetto degli scatti di Crinò. Al termine della serata sono stati estratti i numeri vincenti della lotteria di beneficenza organizzata per l’occasione, i cui premi sono stati offerti da diverse imprese locali.