Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Guardia di Finanza di Messina sequestra 13 videogiochi illegali

Autore: . Pubblicato il 20 gennaio 2012. Inserito in Primo Piano, Provincia.

I finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Messina, nel corso di una attività di prevenzione finalizzato alla scoperta di illeciti in materia di apparecchi e congegni di divertimento ed intrattenimento, hanno attuato una serie di controlli in città e nella provincia di Messina.

Il servizio, eseguito in piena armonia con l’Amministrazione dei Monopoli di Stato, ha interessato vari esercizi pubblici, bar, circoli ricreativi.

L’intervento, effettuato con lo scopo di tutelare il monopolio statale dei giochi dal fenomeno del gioco clandestino e irregolare, ha consentito di pervenire al sequestro amministrativo di n. 13 apparecchi riconducibili alle tipologie di cui all’art. 110 T.U.L.P.S. risultati non collegati alla rete telematica.

Sono state constatate violazioni amministrative per oltre €. 20.000. Infatti, per i responsabili degli illeciti accertati sono previste pesanti sanzioni amministrative per ogni singolo videogioco.

Tali episodi risultano molto gravi perché, da un lato logorano i bilanci familiari delle persone affette dalla famigerata “dipendenza da videogioco”, dall’altro non permettono il monitoraggio del corretto funzionamento dell’apparecchio, condizione prodromica al pericolo che lo stesso venga impostato tecnicamente in modo tale da configurare il ben più grave gioco d’azzardo (con annessi fenomeni di dipendenza e di illiceità).

L’attività istituzionale della Guardia di Finanza nel settore “giochi e scommesse” prosegue quindi senza sosta, a tutela dell’Erario, dei cittadini-utenti e del mercato lecito del divertimento.