Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palazzo Zanca, Presentata dal Lions Club Messina host la nuova guida turistica

Autore: . Pubblicato il 13 giugno 2014. Inserito in Attualità, Provincia.

E’ stata presentata alla stampa ieri mattina, giovedì 12 giugno 2014, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, “Messina, la città nuova: dal liberty al Razionalismo”, la guida turistica realizzata dal Lions Club Messina host.
La guida, stampata in 20 mila copie, in italiano e inglese, verrà distribuita gratuitamente ai turisti e alle suole ad indirizzo turistico-alberghiero e artistico.

“Questa iniziativa, che affronta per la prima volta il tema della Città Nuova– ha sottolineato la presidente del Club Olga Altadonnaè nata dall’idea di realizzare un percorso che facesse emergere la Città Nuova, cioè la Messina ricostruita dopo il terremoto del 1908. Abbiamo deciso di fare questo dono alla città con l’obiettivo di valorizzare il nostro patrimonio culturale e, in particolare, la poco conosciuta architettura in stile eclettico. L’augurio– ha continuato Altadonna- è che questo possa rappresentare: un valido strumento in mano ai turisti, che troppo spesso vediamo vagare senza meta, affinché apprezzino la nostra Messina; un arricchimento per i nostri concittadini che leggendola avranno modo di scoprire gioielli dell’architettura poco conosciuti e, infine, perché no, anche una sorta di volano per l’economia messinese dal momento che ci auguriamo possano trarne vantaggio anche i commercianti”.

E Franz Riccobono, che ha curato il percorso inserito nella guida, evidenzia: “Quello che proponiamo è un breve itinerario nel sito della Messina nuova, tra palazzi eclettici storicamente e stilisticamente collocabili tra il tardo liberty e il razionalismo. Tra i Palazzi indicati nel nostro percorso ve ne sono alcuni progettati da Coppedè, Piacentini, Basile, Autore, Bazzani, Puglisi-Allegra, insomma alcuni nomi di una più vasta schiera di professionisti che in meno di trent’anni, tra il 1910 e il 1940, ricostruirono radicalmente la città dello Stretto”.

Trentanove i siti ai quali il turista è invitato a prestare attenzione nel percorso compreso tra la via Garibaldi, via Cavour passando per la via Tommaso Cannizzaro. Tra questi, il Palazzo del Governo progettato da Bazzanini, l’is. 314 in viale Garibaldi con decori realizzati da Coppedè su un progetto dell’ing. Mallandrino e ancora il palazzo di Giustizia dell’arch. Piacentini, la Galleria Vittorio Emanuele dell’arch. Puglisi Allegra, la chiesa di Sant’Antonio Abate dell’ing. Barbaro.

“Non possiamo che guardare con favore a questa iniziativa– ha dichiarato il segretario generale dell’Autorità Portuale Francesco Di Sarcina presente alla conferenza-  perché consente ai croceristi che non scelgono di fare escursioni di sfruttare al meglio il tempo di permanenza in città. Da parte nostra ci impegneremo a divulgare la guida nel terminal crociere in modo che coloro che approdano in città ne possano beneficiare”. Un plauso all’iniziativa è stato espresso anche dalla dott.ssa Silvana Schachter, Dirigente della Provincia “vogliamo avere un ruolo attivo nella divulgazione della guida  attraverso tutti i nostri siti strategici nel territorio primo fra tutti l’info point del Corso Cavour, aperto dalle ore 7,00 alle ore 19,00”. Presente all’incontro anche il Sovrintendente ai Beni Culturali Rocco Scimone che ha portato i saluti dell’Assessore Regionale Giusy Furnari.